Il genio e l’inadatto possono essere la stessa persona

inadatto e fenomeno

Può capitare a chiunque di sentirsi “etichettati” come inadatti, per non dire altre parole…

Una persona può essere giudicata come tale poiché in quel contesto o in quell’ambiente le unità di misura con cui si va a stimare la sua adeguatezza “cozzano” con quelle che sono le sue potenzialità e le sue inclinazioni. Ma la stessa persona, che poco prima veniva additata come inadatta, calata in un altro contesto, può diventare improvvisamente un fenomeno, un genio, semplicemente perché in quell’ambiente cambia il metro con cui la si misura e la lente con cui la si osserva.

Indubbiamente se un soggetto viene giudicato come inadatto da un gruppo, è probabile che si scosti da quelli che sono i canoni ideali dettati da quell’insieme di individui, ma questo scostamento può suggerire anche che il soggetto abbia maturato un proprio pensiero critico nonché una forte personalità

Un soggetto che continuamente si sente giudicato in senso negativo, rischia di “assorbire” queste osservazioni, iniziando così a introiettare delle critiche non costruttive, ma distruttive, con conseguente limitazione delle sue potenzialità.  

Pertanto ogni giudizio di valore, oltre ad essere ben soppesato prima di essere espresso, sia nella bocca di chi lo esprime così come nelle orecchie di chi lo riceve è bene che abbia un peso relativo, senza assumere la pesantezza di un giudizio vero in senso assoluto.

 

Se questa riflessione ti è piaciuta mi farebbe davvero piacere se ti iscrivessi gratuitamente alla Newsletter di questo Blog. In questo modo avremo la possibilità di restare in contatto tramite mail.
(Clicca qui per iscriverti alla Newsletter)
 
 
Vorresti fare leggere questo articolo anche ai tuoi amici?
Condividilo su Facebook!
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: