Sociologo

Sociologo, chi è e cosa fa?

Il sociologo studia i fenomeni sociali analizzando molteoplici variabili.

Il sapere del sociologo spesso viene messo a disposizione di politici, dirigenti, agenzie di marketing ecc.

Attraverso specifici strumenti e chiavi di lettura, il sociologo descrive o esplica un fenomeno. Sfruttando il sapere acquisito tramite la letteratuta sociologica, risolve problematiche e domande espresse dal committente.

 

 

In base al fenomeno in analisi e all’obiettivo prefissato, il sociologo valuterà quale metodologia applicare ed i relativi sistemo di monitoraggio. Tecniche qualitative o quantitative di rilevazione dei dati saranno quindi gli elementi con cui andare a redigere il rapporto di ricerca.

L’ampiezza e la flessibilità del sapere acquisito durante il percorso universitario consentono al sociologo molteplici campi d’applicazione. Pertanto i sociologi operano in società di consulenza, aziende private o pubblice, istituti di ricerca ecc.

Dove lavora?

Nelle società di consulenza, così come nelle aziende, il sociologo può operare in molteplici campi.

Nello specifico, nell’Area Marketing svolge analisi di mercato, progetti promozionali, customer satisfaction.

Nell’Area Amministrazione può generare e sfruttare sistemi infomativi per la raccolta e l’elaborazione dei dati.

Nell’Area Risorse Umane può spaziare dalla selezione alla gestione del personale. Rispondende prontamente a problemi organizzativi, revisione delle politiche interne, programmazione delle attività.

Nell’Area Organizzazione e Controllo Qualità monitora i processi aziendali redigendo strumenti di verifica e indicatori.

Molteplici sono anche i gli interventi che il sociologo può attuare nelle Associazioni di Categoria.

Con chi collabora?

Frequentemente l’attività del sociologo, sia da lavoratore autonomo che dipendente, prevede la collaborazione con altre figure professionali come psicologi, economisti, infomatici ecc.

 

Quali conoscenze e competenze possiede?

Durante il suo percorso formativo deve avere acquisito una profonda conoscenda della sociologia, scienza sociale su cui poggia principalmente il suo sapere.

Ad essa si affincamo competenze metodologiche di ricerca qualitativa e quantitativa, elementi di statistica.

Inoltre è necessario avere una conoscenza generale di svariate materie tra cui economia, psicologia, filosofia e storia.

 

 

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: